CONTACT ME:
gioscialudovica@gmail.com
  • FLASH ART 304, 2012

    FLASH ART 304, 2012

  • FLASH ART 304, 2012

    FLASH ART 304, 2012

    Review of ‘Dreaming Beauties’ at Riccardo Crespi Gallery in Milan by Jacqueline Ceresoli

    “Dreaming Beauties” e’ il titolo della mostra di quattro artiste diverse per eta’, provenienza, formazione, tecniche e linguaggi che condividono sogni di possibili forme di bellezza. Sofia Cacciapaglia (1983), dipinge corpi sinuosi in pochi tratti, d’ispirazione vagamente Deco, figure diafane ed essenziali che sembrano dissolversi in una via lattea dai toni chiarissimi e trasparenti.

    Ludovica Gioscia (1977) espone piccole sculture realizzate con giornali accartocciati simili a meteoriti-reperti di un pianeta consumisitico-e affronta l’apparenza della belezza artificiale raggiungibile attraverso rossetti, ombretti, cipria e altri trucchi del mestiere di essere donna, smascherando manie e fragilita’ della complessa psyche femminile alla ricerca di eterna giovinezza.

    Marta Sforni (1966), dipinge grandi oli su tela con dettagli di maestosi lampadari del Settecento su sfondi scuri, associando la bellezza alla trasparenza e alla leggerezza del vetro: materiale ambiguo in bilico tra liquidita’ e solidita’, fragile come la vita umana.

    Veronica Smirnoff (1979) recupera invece una tecnica antica: la tempera all’uovo su tavola gessata di legno, la miniatura e l’icona russa, elementi della sua tradizione che mescola con simboli ed evocazioni oniriche, sovvertendo epoche e mondi lontani. Le sue figure, paesaggi imbiancati e villaggi che si imprimono anche sulla cornice, galleggiando in una dimensione surreale, dall’orizzonte impercettibile. In questo limbo inafferrabile, dentro a panorami di neve e di ghiacci dai toni delicati, svolazzano apparizioni sfuggenti che evocano un passato remoto e presente mai nato, mescolando elementi della memoria, la realta’ e le reminescenze di chissa’ quali fiabe russe.

    Jacqueline Ceresoli